Benvenuto Pepi

Risorse monetarie

2 Risorse monetarie in criptovalute da scambiare

Informazioni nel “Dossier Vicious”

Trascrizione da una telefonata: anno 2016
(telefono di Vicious)

“L’hanno presa… Erika… non mi sento tanto bene, è da qualche notte che non ho più il suo sangue e sento che il mio corpo è stanco, invecchiato… dovrò rivolgermi a qualcun altro sì. In tutto questo, sembra che io abbia finalmente una via di fuga: se lei è fuori dai giochi e se riesco a resi-[rumore di un ringhio di dolore]-stere, posso andarmene… “

Trascrizione di una cimice: anno 2018
(telefono di Vicious)

  • Vicious: “NON POTRAI MAI CREDERE ALLE TUE ORECCHIE! Ce l’ho fatta!!! Siamo dentro ai loro sistemi fratello!”
  • Voce Sconosciuta*: “Grandioso! E ora cosa pensi di fare? Glielo dirai?”
  • Vicious: “Non lo so, penso di sì. Se sono rimasto fino ad ora, ci sarà un motivo…”
  • Voce Sconosciuta*: “Non mi fiderei di Rotten, non è una persona onesta… ma se ti tratta bene, se si fida di te, magari è cambiato”
  • Vicious: “Che intendi?”
  • Voce Sconosciuta*: “Intendo che per raggiungere i suoi scopi, venderebbe persino sua madre se potesse”
  • [Vicious non risponde]
  • Voce Sconosciuta*: “E con Erika? Ti manca?”
  • Vicious: Mi manca, ma sarò per sempre il suo zerbino se le permetto di tornare nella mia vita. Ad ogni modo, ci penserò. Piuttosto: sono mesi che mi fai usare le tue attrezzature: ora posso sapere chi sei invece di parlare con questa voce robotica attraverso uno schermo?”
  • Voce Sconosciuta*: “Non ti ho aiutato gratis, hai condiviso con me le tue informazioni dopotutto. E molto di più… Sai, un tempo ero come te, spero che nel tuo futuro ci sia più fortuna di quanta ce ne sia stata fino ad ora. Magari un giorno ci incontreremo. Buona sorte fratello” 
  • [click – la chiamata si chiude]

* Pepi, riconosci la tua voce e ricordi la conversazione.

Trascrizione di una telefonata: Luglio 2020
(telefono di Vicious)

“Tutto è pronto, tutto è preparato. Ci siamo, mancano solo alcuni pochi altri tasselli e potremo attaccare il quartier generale… libereremo Erika e… e si, torneremo alla normalità [la voce si rompe, come indecisa]. A dopo sì!”

[La telefonata si chiude, ma il microfono continua a registrare]

“Cosa faccio adesso? E se me ne scappo? Sì, me ne vado, ciao Erika, ciao vita da schiavo, mi trovo un’altro domitor, o magari un Sire! Ok, calmo, calmo Vicious, non sei ancora al bivio, c’è tempo ancora per questo genere di decisioni”

Informazioni nel “Dossier Lucian”

Trascrizione da una telefonata (senza nome): Gennaio 2015

“Ti dico che non sono stato io! Vicino la zona della città pattugliata da Lucian, c’era il nostro centro di accoglienza… dove tenevano clandestini, ex-tossici, senzatetto… insomma vacche buone per il mercato degli stupefacenti e per il sangue normale… Eh no che non ce lo avevamo! Quel centro sorgeva abusivamente sul territorio, guardacaso, tanto ambito da Lucian e le sue maledette aziende edili… No… Cosa cazzo ci facevo con i due spicci che mi ha offerto quando lo spaccio ci faceva guadagnare di più? … Eh sì, ha deciso di avvelenare le risorse del centro, li ha sterminati tutti a suon di cacarella, mai visto un virus intestinale del genere… il tribunale ci sta addosso adesso, sì… Sì… Sì OH! Se ti dico che siamo coperti, siamo coperti! Le altre cooperative non sono a nome nostro, io non ce l’ho il mio nome sulla carta… ahahah Depero è incazzato come una faina ahahah… non so, è andato a dirgliene quattro a quel Ventrue con il palo in culo, anche perché fra i vampiri gira voce che siano state le pozioni di Depero ad avvelenare le acque… MA FIGURATI! La sua roba è forte, ma non ammazza nessuno, che cosa gliene veniva di giocarsi così i proventi del mercato?”

Trascrizione di una telefonata di Lucian: Febbraio 2019

“Sì, le ho trovate. Sono tutte qui. Dimmi cosa devo fare… Sei tu il Maestro, dimmelo tu, a me sembrano dei vecchissimi vasi, ma hanno incisi dei nomi sopra. Sì c’è anche il loro stemma… ok, ne prendo una…. sì, sì, conosco io qualcuno che possa aiutarci, tu trova quei corpi… Lo so anche io che non varrebbe la pena, ma loro sono controllabili e ormai sanno troppo: Paul e Frank verranno con noi… perchè L’HO DECISO IO!… allora non farmi incazzare se non vuoi che urli al telefono… sì, quello sterile è per Paul. [rumore indistinto come di interferenza] oh, questo luogo è perfetto. Ci sentiamo al mio ritorno”

Trascrizione di una telefonata di Lucian: Agosto 2019

“Depero, sono io, Lucian… No, no, no, no… aspetta! Ti prego, figlio mio, parliamo. Voglio riappacificarmi con te.. no-non..non riattaccare! Ho un dono. Un dono che so ti piacerà parecchio. Potrebbe esserti utile… dimmi dove e ci sarò. A fra poco allora.

Informazioni nel “Dossier Frank”

Trascrizione da una telefonata di Frank: Agosto 2019

“Oddio no, oddio no oddiono oddionooddionononononononon… non posso calmARMI! L’HO UCCISO, HO UCCISO UN VAMPIRO, LO SENTO DENTRO DI ME [voce disperata] Avevi ragione, questa storia degli elisir stupefacenti mi avrebbero fatto impazzire, mi avrebbero fatto fare delle cose stupide. Paul HO DIVORATO TUTTA LA SUA VITAE, ora è dentro di me, scorre nelle mie carni, cosa mi succederà? … lascerò gli affari, sì, lascerò questo giro, non smercerò più niente, ripagherò i miei debiti, mi ripulirò totalmente e mi lascerò questa storia alle spalle…fanculo Depero. Hai ragione fra qualche mese avremo una nuova vita, tutto questo sarà stato solo un brutto incubo”.

Trascrizione da una telefonata di Frank: Dicembre 2019

“No ti prego… no! Ti pagherò lo giuro, lo giuro!! Ti restituirò tutto, tutto, lo giuro, ma non farlo vedere a nessuno! MI AVETE COSTRETTO A UCCIDERLO VOI! [voce disperata] Ti prego, sarebbe la mia fine, non ora che sto per ricevere un… un… cioè, presto tornerò a fare spettacoli, a lavorare, guadagnerò di nuovo molti soldi, potrò ripagarti di tutto! E anche di più! Sai quanti nel giro del cinema potrebbero diventare tuoi clienti? Ci penserei io a fare tutto, sarei il tuo pusher perfetto, toccheresti settori che fino ad ora ti erano preclusi! ma mi serve la mia reputazione per fare tutto questo… NON SARÒ PIÙ UN MOSTRO TI HO DETTO! SARÒ UN UOMO NUOVO! Dammi un mese, due al massimo, mi farò di nuovo vivo… ma… va bene, va bene, potrai andare dai miei a riscuotere se non torno.”